Scuola Calcio G.S. San Francesco Verbania » Blog Archive » Calcio: istruzioni per l’uso.

Calcio: istruzioni per l’uso.

Filed under: home by: Mister

 

In relazione all’articolo pubblicato su questo sito il 24 febbraio un Nostro accanito lettore ci faceva notare, tramite la pubblicazione di un post su di un Social, le sue perplessità a riguardo dell’utilizzo di termini quali: prestazione, delusione e potenzialità.

Spesso purtroppo chi scrive sul Nostro sito si dimentica, e ce ne scusiamo, che la maggior parte dei nostri numerosissimi lettori non sono esperti di calcio e delle terminologie e metodiche che esso comporta. 

L’accaduto ci consente però, e ringraziamo di conseguenza il Nostro lettore, di affrontare questo tema e come da sempre accade nella Nostra società, spiegare anche ai meno edotti in materia il significato del nostro operato.

Prestazione: nel calcio come nello sport in generale il termine fa riferimento alla prestazione sportiva, non al risultato quindi,  ma alla dimostrazione durante la partita di aver appreso quello che si è fatto in allenamento. Un termine ricorrente nel linguaggio degli allenatori come dimostrano anche le innumerevoli pubblicazioni riservate alle scuole calcio di cui sotto riportiamo un esempio.

In questo contesto si inserisce il termine deluso, riferito al Mister, il quale non ha visto applicati i propri insegnamenti durante la partita e con serietà e professionalità cerca di capire dove poter correggere il proprio operato per poter far recepire ai suoi allievi il messaggio e quindi migliorare la prestazione, come a scuola un insegnante rimarrebbe delusa se tutti i suoi alunni consegnassero il compito in classe in bianco ma poi avrebbe il dubbio che magari la spiegazione non era stata fatta in modo appropriato e cercherebbe di correggersi per far apprendere a tutti la lezione. 

Per quanto riguarda il termine potenzialità, per non dilungarci troppo, facciamo riferimento al testo sotto riportato utilizzat0 nei corsi CONI FIGC per allenatori di scuola calcio,

Ed in particolare alla carta dei centri giovanili,

dove al punto 10 della carta degli allievi dove si cita: “Se mi impegnerò in campo mi impegnerò anche nella Vita”

Riteniamo che, con le dovute misure, sia dovere di un Allenatore pretendere dai propri atleti, piccoli o grandi che siano, il  massimo impegno in campo per rispetto dei compagni degli allenatori e dei genitori, chiaramente in base alle proprie capacità.

Speriamo di essere stati esaustivi in questo articolo a riguardo dei temi che il Nostro affezionato lettore ci aveva segnalato e restiamo a disposizione per ulteriori spunti che possano, come in questo caso, chiarire le idee anche ai poco esperti.

Cogliamo l’occasione che ci è stata offerta anche per rimarcare il punto 1, sempre della carta dell’atleta,” E’ mio diritto praticare lo sport con persone competenti e preparate”, per comunicare che dopo il corso di primo soccorso, il corso per l’utilizzo del defibrillatore l’incontro con il medico sportivo e il nutrizionista, oltre ai corsi periodici di allenamento che si svolgono mensilmente a Novarello con i tecnici del Novara Calcio, giovedì sera i Nostri allenatori e accompagnatori avranno una riunione con lo Psicologo durante la quale verranno affrontate tutte le problematiche inerenti ad un settore giovanile. Quindi sempre più preparati e competenti su vari fronti perchè è proprio questo che i genitori cercano ai nostri giorni in una Società Sportiva.

 

top of page